Home / Viso / Blefaroplastica: come ringiovanire lo sguardo e cosa sapere sul post operatorio

Blefaroplastica: come ringiovanire lo sguardo e cosa sapere sul post operatorio

Di Dott. La Rusca

Blefaroplastica: come ringiovanire lo sguardo e cosa sapere sul post operatorio

Sguardo stanco, borse sotto agli occhi, espressione perennemente triste saranno solo un ricordo. Con la blefaroplastica puoi dare una nuova vita al tuo sguardo e sembrare subito più giovane e riposata

 

Gli occhi sono la parte più espressiva del volto. È per questo motivo che palpebre cadenti, borse sotto agli occhi e zampe di gallina rischiano di diventare un vero problema per l’estetica e l’armonia di tutto il tuo viso, facendoti sembrare sempre stanca e imbronciata.

Ridare giovinezza agli occhi, e di conseguenza al tuo volto, è la missione della blefaroplastica, un intervento chirurgico che corregge i difetti sopraelencati, migliorando la percezione di se stessi. La blefaroplastica serve proprio a eliminare ogni inestetismo delle palpebre, rimuovendo gli eccessi adiposi e cutanei.

All’intervento possono sottoporsi uomini e donne, senza limiti di età, la cui pelle sta cominciando a cedere, ma è ancora abbastanza elastica.

Quali tipi di blefaroplastica ci sono?

Per ogni problema, un intervento diverso. Vediamo quali sono le differenze tra blefaroplastica superiore, inferiore e transcongiuntivale.

  • Blefaroplastica superiore: la blefaroplastica superiore rimuove la cute in eccesso dalle palpebre e le borse sotto agli occhi. Solitamente si esegue in regime di day-hospital, in anestesia locale o generale e dura circa 30 minuti. I punti che vengono applicati sono sottilissimi e vengono rimossi già dopo 3 giorni dall’intervento e la cicatrice sarà invisibile poiché molto fina e nascosta tra le pieghe delle palpebre. Il tempo di recupero per tornare a svolgere la vita di sempre è di 7-10 giorni al massimo.
  • Blefaroplastica inferiore: con questo intervento si riposizionano e ridimensionano le borse adipose sotto agli occhi e si tonifica la cute palpebrale eliminando gli eccessi di cute. L’intervento di blefaroplastica inferiore è poco più complesso della superiore (e può associarsi a quest’ultima), ma può ugualmente eseguirsi in day-hospital e con anestesia locale o generale. Si esegue una piccolissima incisione nel bordo sotto ciliare della palpebra inferiore e si rimodellano le borse di grasso presenti in questa regione. Anche in questo caso le cicatrici sono poco visibili e ci vogliono almeno due settimane per ritornare alla vita di tutti i giorni.

Blefaroplastica: cosa c’è da sapere sul post-operatorio

Gli interventi di blefaroplastica sono del tutto indolori sia durante che dopo. Per le prime 48 ore del post-operatorio bisognerà riposare con la testa leggermente sollevata. Durante questo periodo è normale soffrire di un leggero gonfiore agli occhi e ecchimosi che dureranno almeno una settimana. I cerotti vengono eliminati entro una settimana, ma spesso anche prima.

Dopo 7-10 giorni puoi già riprendere la tua vita lavorativa e le normali attività. Il risultato sarà visibile già dopo tre settimane ma definitivo solo dopo 6 mesi.

Quando la blefaroplastica viene eseguita da un chirurgo competente e in strutture autorizzate, i rischi di complicanze sono molto ridotti. Tuttavia, per accelerare la guarigione è bene seguire alcuni consigli come stare sempre attenti all’igiene degli occhi e usare sempre il collirio, applicare spesso del ghiaccio sulla zona trattata, dormire con due cuscini per almeno la prima settimana, non sforzare la vista, non bere alcolici e non esporsi al sole, quindi usare occhiali scuri quando si esce.

Ti potrebbe interessare: Ringiovanire con la tecnica del lipofilling al viso, ecco come

Occhi stanchi e occhiaie segnate dal tempo? Se vuoi saperne di più sull’intervento di blefaroplastica e/o su eventuali prenotazioni, COMPILA IL FORM CONTATTI e invia la tua richiesta. Ti risponderemo nel minor tempo possibile.

Articoli correlati:

18 Gen 2019
Ringiovanire con la tecnica del lipofillig al viso: ecco come

Il lipofilling al viso è una tecnica chirurgica che, prelevando e iniettando il tuo stesso grasso verso le zone interessate, riesce a donare immediata luminosità e ringiovanimento facciale.

leggi di più
30 Ott 2018
Tech-Neck: quando tablet e smartphone fanno male

La flessione frequente verso i dispositivi elettronici sottopone la zona del collo ad uno stress maggiore rispetto a pochi anni fa. Questo fenomeno, chiamato “tech-Neck” diventa rivelatore dell’età ed in qualche caso ci fa invecchiare prima del tempo.

leggi di più
27 Lug 2018
Rughe nasali che fastidio! Come ringiovanire il viso eliminandole

Cerchi un esperto in medicina estetica per eliminare le rughe del naso? Prenota subito una visita dal Dottore Ivan La Rusca

leggi di più