Home / News / Le caratteristiche del “buon medico” secondo i pazienti

Le caratteristiche del “buon medico” secondo i pazienti

Di Dott. La Rusca

Le caratteristiche del “buon medico” secondo i pazienti

Un buon rapporto tra un medico e un paziente è già di per sé un aiuto effettivo per la guarigione di quest’ultimo. La fiducia, l’empatia, la capacità di saper ascoltare del medico è paragonabile ad una buona medicina, e il rapporto umano diventa fondamentale per la riuscita di una terapia.

Quali sono le doti umane che un paziente ricerca e apprezza quando si rivolge ad un medico e, in particolare, ad un chirurgo estetico?

Un buon rapporto medico-paziente aiuta la guarigione: lo dice la scienza

Un buon rapporto tra medico e paziente è già curativo. Dolore, stress e senso di malessere dei pazienti possono diminuire, se non sparire del tutto, senza effetti collaterali, quando la relazione con il dottore si basa sull’empatia e la fiducia.

A confermare questa sorta di “placebo emotivo” c’è uno studio della Michigan State University pubblicati sulla rivista scientifica Patient Education and Counseling. Questa ricerca ha dimostrato proprio le differenze che ci sono tra i diversi tipi di rapporto tra medico e paziente.

I ricercatori hanno diviso dei volontari in due gruppi: alcuni, prima di sottoporsi ad una risonanza magnetica, si sono rivolti ad un dottore che dopo le domande e le informazioni di routine li ha lasciati liberi di fare qualsiasi domanda sulle procedure. Inoltre, gli è stato chiesto di parlare liberamente di se stessi riguardo il proprio stato di salute e le proprie preoccupazioni. I pazienti del secondo gruppo, invece, hanno avuto solo le informazioni di routine sull’esame che stavano per fare.

Tutti i partecipanti, in seguito, hanno risposto ad un questionario sul grado di fiducia che riponevano nel medico che li ha visitati. Ovviamente solo quelli del primo gruppo erano soddisfatti e, durante un secondo test, hanno dichiarato di sentire meno dolore rispetto al secondo gruppo.

Le doti che un paziente ricerca in un buon medico

Purtroppo, per alcuni medici il proprio lavoro diventa quasi meccanico. Dimenticano che il paziente non è solo un oggetto da riparare ma che il problema fisico, in realtà, ha anche delle origini psicologiche.

I medici con una marcia in più non dimenticano mai questo particolare e si prendono cura dei pazienti più di altri, ottenendo più successi sia lavorativi che umani.

Ecco quali caratteristiche dovrebbe avere un buon medico secondo i pazienti:

  • Professionalità e conoscenza: un medico deve per prima cosa sapere ciò che fa e deve esprimere fiducia al paziente.
  • Umanità e empatia: deve dimostrare di avere a cuore la persona oltre al paziente, instaurare un rapporto alla pari. Deve empatizzare con il paziente senza giudicarlo.
  • Disponibilità: deve essere sempre reperibile in caso di emergenza e deve avere una mente aperta.
  • Chiarezza: deve confrontarsi con il paziente con semplicità e chiarezza, facendo comprendere al paziente ogni minima cosa, anche quando è necessario usare un linguaggio scientifico. Deve riuscire a dare informazioni coerenti che lo difendano dalle informazioni minacciose e infondate che può reperire online.
  • L’ascolto: altra dote fondamentale del perfetto medico è quella di saper ascoltare. Bisogna dare il giusto peso alle informazioni che fornisce il paziente e lasciarlo parlare liberamente, mostrando interesse alle sue domande, anche quando sono banali.
  • Imparzialità: un buon medico non giudica mai. Il paziente sa che può confidarsi liberamente con lui.
  • Affabilità: andare dal medico non è quasi mai un piacere. Un bravo medico, però, può rendere piacevole una visita mettendo a proprio agio il paziente, mostrandosi comprensivo e affabile.

Articoli correlati:

18 Apr 2019
Chirurgia plastica under 30: perché sempre più giovani vogliono il ritocchino

La chirurgia non è solo per chi ha una certa età, anzi, sempre più giovanissimi under 30 desiderano un ritocchino. Ma come mai? Fino a qualche tempo fa, a ricorrere al bisturi erano solo le persone appartenenti alla classe medio alta o personaggi del mondo dello spettacolo. Oggi, invece, chiunque è attratto dal ritocchino, donne […]

leggi di più
11 Mar 2019
Tatuaggi brutti delle star: quando anche i vip si pentono di un tattoo

Non sono solo i comuni mortali a pentirsi di un tatuaggio e volerlo rimuovere, anche le star fanno i propri errori. Ecco quali sono i tatuaggi più brutti sfoggiati dai vip

leggi di più
30 Gen 2019
Quali interventi estetici chirurgici fare dopo il parto (naturale e cesareo)?

Quali interventi chirurgici ed estetici fare dopo il parto naturale o cesareo? Il Dott.Ivan La Rusca guida le neomamme a ritrovare il proprio benessere psicofisico

leggi di più